Zecche – AD Service 2009 S.r.l.

Lotta alle zecche

 

Cosa sono le zecche?

Le zecche sono dei parassiti che appartengono alla classe degli aracnidi, la stessa dei ragni. La loro grandezza può arrivare a circa 1 centimetro, ma sono spesso più piccole. Si distinguono in zecche dure e zecche molli a seconda che abbiano o siano prive di scudo dorsale. Le più note in Italia sono sicuramente quelle del cane, zecche dure lunghe qualche millimetro che si nutrono del sangue dei nostri amici a quattro zampe. Le zecche però possono attaccare diversi animali come cani, cervi, scoiattoli, piccioni e persino l’uomo.
Amano il caldo e l’umidità, quindi sono in letargo durante autunno e inverno e riprendono vigore dalla primavera all’estate, ma la loro esistenza è collegata strettamente alla loro natura parassita: devono quindi essere presenti animali o esseri umani del cui sangue si nutriranno. Nascoste sulle piante avvertono la presenza di animali o di uomini su cui lasciano cadere e del cui sangue si nutrono per un periodo più o meno lungo e poi lo lasciano.

Perché le zecche sono pericolose?
Il morso della zecca è normalmente indolore, ma la loro pericolosità è collegata alla possibilità di veicolare alcune malattie infettive come l’encefalite da zecca, la malattia di Lyme, la rickettsiosi, la tularemia, la meningoencefalite da zecche e l’ehrlichiosi. Tutte queste malattie, se riconosciute e trattate adeguatamente, normalmente non mettono a repentaglio la vita umana a meno che il paziente non presenti condizioni particolari che lo rendano particolarmente vulnerabile come l’immunodepressione, ma sono comunque da evitare.

Cosa fare per rimuovere una zecca?
Occorre prestare molta attenzione quando si passeggia all’aria aperta, cercando sempre di proteggere il corpo con pantaloni e maniche lunghe e magari indossando guanti quando si vuole cogliere qualcosa.
Qualora vi accorgiate che voi o il vostro cane sia stato punto da una zecca, dovete prontamente rimuoverla con una pinzetta che afferri l’animale senza schiacciarlo. Dopo averla tolta occorre disinfettare bene la zona e notare se per caso non sia rimasta parte dell’insetto all’interno della pelle: in questo caso andrà rimossa con un ago sterilizzato. Bruciare la zecca e rivolgersi al proprio medico per effettuare un’antitetanica e per tenere sotto controllo la zona infetta. Nel caso in cui sia stato attaccato il vostro cane, rivolgetevi al vostro veterinario di fiducia.


Disinfestazione contro le zecche

Quando occorre effettuare una disinfestazione, la normale prassi da seguire è quella di effettuare un attento controllo della vegetazione e degli animali presenti, quindi trattare l’ambiente infetto con appositi trattamenti, anche all’interno di fessure e crepe.

Rivolgiti alla nostra azienda di disinfestazione Roma e sarai sicuro del risultato!

Zecche
Vota questo articolo

top